Le 7 fasi della pianificazione e dell’apertura di un’attività commerciale


L’avvio di un’impresa o di una società a responsabilità limitata è un processo emozionante e scoraggiante allo stesso tempo. Le fasi della pianificazione e dell’apertura di un’attività sono tante e può essere difficile sapere da dove cominciare.

Ecco le 7 fasi della pianificazione e dell’apertura di un’impresa.

Definire la propria idea imprenditoriale

La prima fase della pianificazione e dell’apertura di un’attività è la definizione dell’idea. Si tratta di fare un brainstorming della vostra idea di business, valutare il mercato, fare ricerche sui concorrenti e sviluppare una bozza di come volete che sia la vostra azienda. Ad esempio, se state avviando un ristorante, dovrete pensare al tipo di cibo e all’atmosfera che volete che il vostro locale abbia. Se invece state aprendo una startup tecnologica, dovrete fare ricerche sui vostri concorrenti e sulle tendenze del settore.

 

Dovrete anche pensare alle questioni legali, come la registrazione della ragione sociale e l’ottenimento delle licenze appropriate. Fortunatamente, questi processi possono essere facilmente eseguiti online, come si può vedere su uniwide.it. Per ottenere un conto bancario, un indirizzo e un’assistenza clienti, è possibile avvalersi di un servizio di costituzione di società online.

Creare un piano aziendale

Una volta definita l’idea imprenditoriale, la fase successiva è la creazione di un business plan. Questo documento delinea gli obiettivi e le strategie aziendali, piani di marketinge proiezioni finanziarie. È importante avere un business plan chiaro e conciso perché servirà da tabella di marcia per la vostra attività.

 

Inoltre, il business plan vi aiuterà a ottenere finanziamenti da investitori, banche o dal governo. Per ottenere l’approvazione del finanziamento, dovrete includere tutte le vostre informazioni finanziarie ed è una buona idea far rivedere il vostro piano a un professionista prima di presentarlo. Esistono diversi strumenti e programmi software che potete utilizzare per creare il vostro business plan, oppure potete affidarvi a un consulente aziendale.

Trovare una sede e ottenere i permessi

La fase successiva alla pianificazione dell’attività consiste nel trovare una sede e ottenere i permessi necessari. Se state aprendo un negozio al dettaglio, dovrete trovare un buon spazio commerciale che sia vicino ad altre attività per attirare i clienti. Ma se state aprendo una startup tecnologica, potreste essere in grado di ottenere un ufficio in un coworking o in uno spazio condiviso.

 

Poi, dovrete richiedere i permessi e le licenze necessari per gestire la vostra attività. A seconda del tipo di attività che si sta aprendo, si può trattare di una licenza statale, di una licenza edilizia, di un codice fiscale, di un certificato di registrazione fiscale e altro ancora. Ad esempio, se state lanciando un negozio di commercio elettronico, avrete bisogno di un codice fiscale per vendere i vostri prodotti online e riscuotere le imposte dai vostri clienti.

Finanziamento dell’attività

Ci sono molti modi per finanziare la vostra attività, che si tratti di risparmi personali, di prestiti da una banca o da un servizio di costituzione di società online, di finanziamenti azionari o persino di crowdfunding. A seconda dei costi di avviamento e dell’importo necessario, dovrete scegliere l’opzione giusta per la vostra situazione.

 

D’altro canto, se desiderate un approccio più diretto, potete prendere in considerazione un investimento azionario da parte di un venture capitalist o di un angel investor. Tuttavia, questa opzione richiede solitamente la rinuncia a una percentuale di proprietà dell’azienda.

 

Oppure, se avete una grande idea imprenditoriale ma non avete le risorse finanziarie per farla decollare, il crowdfunding potrebbe essere una buona opzione per voi. Con il crowdfunding, potete raccogliere fondi da un ampio gruppo di persone che credono nella vostra idea imprenditoriale e sono disposte a investire in essa.

Assumere dipendenti

A seconda del tipo di attività che si vuole avviare, questo può rappresentare un ostacolo o essere facile. Tuttavia, se state avviando un’attività che richiede dipendenti, è importante valutare attentamente chi volete assumere.

 

Il primo passo consiste nello scrivere le descrizioni delle posizioni da ricoprire. Una volta pronte le descrizioni delle mansioni, il passo successivo è iniziare a pubblicizzare le posizioni e a condurre i colloqui. Questo processo può richiedere molto tempo, ma è importante prendersi il tempo necessario per trovare i dipendenti giusti per la propria azienda.

 

Per trovare i candidati si possono usare le bacheche, i social media o anche il passaparola. Una volta individuati alcuni candidati qualificati, è il momento di iniziare a condurre i colloqui. Assicuratevi di porre a ciascun candidato le stesse domande, in modo da poterli confrontare in modo equo.

 

Una volta trovati i dipendenti giusti, è il momento di iniziare a formarli. Questo processo li aiuterà a comprendere le loro responsabilità lavorative, nonché la cultura e i valori dell’azienda.

Lanciare la propria attività

Prima di lanciare ufficialmente la vostra attività, dovrete fare un lancio morbido in cui testare tutti i vostri sistemi e processi. Ciò consentirà di eliminare eventuali bug o problemi prima dell’apertura al pubblico. Poi, quando tutto sembra a posto, è il momento di aprire ufficialmente le porte!

 

Da questo momento in poi, è importante monitorare i progressi e le prestazioni. Questo vi aiuterà a capire cosa funziona bene e cosa deve essere migliorato. Una valutazione regolare della vostra attività vi aiuterà ad apportare i cambiamenti necessari per continuare a crescere e ad avere successo nel lungo periodo.

Coltivare una cultura aziendale positiva

Un’altra cosa a cui pensare quando si progetta e si apre la propria attività è
creare una cultura aziendale positiva
. Ciò include la promozione di un senso di spirito di squadra, l’offerta di vantaggi come pranzi o massaggi gratuiti e la promozione di valori come lo sviluppo della leadership, la diversità e il benessere. Facendo queste cose fin dall’inizio, avrete dipendenti più felici e un’azienda di maggior successo.

 

Inoltre, dovete adottare misure per proteggere la vostra azienda e le sue informazioni. Un modo per farlo è investire in misure di sicurezza informatica come firewall, software antivirus, rilevatori di malware e altro. Ciò contribuirà a garantire la sicurezza dei vostri dati e delle informazioni dei vostri clienti.

 

Se avete intenzione di avviare una nuova attività, ci sono diverse cose da fare. Il primo passo è trovare il finanziamento giusto, che sia attraverso i risparmi personali, i prestiti bancari o il crowdfunding. Dopodiché, dovrete assumere dei dipendenti e condurre un lancio soft prima di aprire ufficialmente le porte della vostra attività.

Una volta aperta l’attività, è importante monitorare i progressi e coltivare una cultura aziendale positiva. Infine, non dimenticate di adottare misure per proteggere le informazioni aziendali con misure di cybersecurity.

 

Seguendo questi passaggi, sarete sulla buona strada per il successo!

 


SND Team

We are a team of writers passionate about entrepreneurship and innovation. We cover anything else that our readers may find interesting. This includes trending news, lifestyle and finance topics, consumer guides, and much more.

0 Comments

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.