I motivi per cui la vostra strategia di social selling non sta funzionando


Dall’inizio dell’utilizzo dei social media da parte delle aziende
social media
Le aziende hanno capito quanto siano importanti le connessioni personali per aumentare le vendite. Quando i marchi riescono a connettersi e a interagire con il proprio pubblico di riferimento in modo autentico, generano automaticamente lead e aumentano le vendite. In sostanza, è nato il social selling.

Che cos’è il social selling?

In poche parole,
vendita sociale
è il concetto di coltivare relazioni positive con il pubblico di riferimento utilizzando le piattaforme dei social media per aumentare le vendite. Diversamente dalle vendite difficili, il social selling non si basa tanto su una presentazione quanto sulla costruzione di una relazione e sulla fornitura di valore ai potenziali clienti. Poiché gli utenti dei social media sono milioni, le aziende che sfruttano queste piattaforme e questi concetti in modo appropriato hanno l’opportunità di aumentare le vendite grazie a interazioni significative con i clienti.

Errori comuni

Per quanto il social selling possa essere essenziale per le aziende, i brand alle prime armi spesso commettono errori che finiscono per far perdere loro molte opportunità di vendita. Qui di seguito sono illustrati alcuni di questi errori e il loro impatto negativo sulle strategie di social selling.

Non riuscite a massimizzare il potenziale di marketing dei social media

Le nuove imprese sanno che le piattaforme di social media sono ormai comuni, ma non riescono a sfruttarle al massimo delle loro potenzialità. Invece, creano un profilo aziendale, caricano contenuti generici, inviano qualche messaggio e poi si disconnettono con la speranza di acquisire nuovi clienti.

Sfortunatamente, questo non serve a costruire il riconoscimento del marchio, l’autorità o la fiducia del pubblico di riferimento. Questo approccio “robotico” e sistematico al social media marketing fa ben poco per attirare l’attenzione dei potenziali clienti, apportare valore o mantenere il pubblico impegnato.

Cercare di fare proposte di vendita

Un altro errore comune delle aziende che si occupano di social selling è quello di tentare di fare vendite dirette. Utilizzano le loro piattaforme di social media per raggiungere i potenziali clienti e vendere loro essenzialmente i loro prodotti/servizi.

Anche se la vendita diretta può essere efficace su altre piattaforme, i social media si basano sulle relazioni e sulla connettività. Volete abbonati, non solo i like. Volete far crescere una rete che si impegni con i vostri contenuti e vi consideri un esperto del settore. Deve essere autentico e per nulla artificioso. Gli utenti lo interpretano come se il vostro marchio si preoccupasse solo di guadagnare velocemente. I clienti vengono immediatamente scoraggiati da questa pratica e smettono di rispondere ai contenuti, non seguono la vostra azienda o si lamentano.

Mancata comprensione del pubblico di riferimento

Per costruire la reputazione del vostro marchio e le relazioni autentiche con il vostro pubblico di riferimento, dovete capire
a chi state vendendo
. Molte volte le aziende non fanno ricerche sul loro pubblico per scoprire quali sono le loro esigenze immediate, cosa li interessa, quali domande/preoccupazioni hanno, ecc. Purtroppo, pubblicano contenuti generici, privi di valore o che non si riferiscono nemmeno al loro pubblico di riferimento, facendo crollare la loro credibilità e chiudendo la finestra di opportunità per generare lead e aumentare le vendite.

Ricerca prospettica limitata

Con un’efficace strategia di social selling, potete coltivare relazioni con potenziali acquirenti o potenziali clienti della vostra azienda. Una volta identificato un potenziale cliente, il passo successivo sarà quello di contattarlo per approfondire il discorso di vendita. Purtroppo, però, molte aziende cercano di raggiungere i potenziali clienti senza aver fatto molte ricerche.

Si rivolgono alla cieca ai potenziali clienti e iniziano a porre domande a cui si potrebbe facilmente rispondere facendo ricerche online. I potenziali clienti vedono questa impreparazione come una bandiera rossa e una perdita di tempo che spesso li spinge a rivolgersi altrove.

Utilizzare la piattaforma di social media sbagliata

Esistono diverse piattaforme di social media che le aziende possono sfruttare per migliorare i loro sforzi di social selling. Spesso, però, le aziende alle prime armi commettono l’errore di concentrare troppo tempo su una sola piattaforma o di utilizzare la piattaforma sbagliata. Poiché non conoscono le piattaforme che il loro pubblico target frequenta più spesso, sprecano molto tempo, denaro e risorse sui siti sbagliati.

I social media è senza dubbio un gioiello del marketing che le aziende possono sfruttare a proprio vantaggio. Offre uno spazio sicuro ai marchi per costruire consapevolezza, autorità e credibilità all’interno del loro settore. Queste piattaforme possono anche essere utilizzate per creare una connessione più profonda con il pubblico di riferimento, contribuendo a incrementare le vendite. Per trarre questi benefici, tuttavia, è indispensabile che le aziende evitino gli errori del social selling, come la pubblicità massiccia, la mancanza di personalizzazione o l’inautenticità.


0 Comments

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.